Kiev, intervista alla coppia pugliese Metta-Lionetti: campioni del mondo di danza sportiva

by -
0 12
Condividi su Facebook 25 Condividi su Twitter 0
Caldaia

Un trionfo mondiale che premia il lavoro svolto e gli enormi sacrifici sostenuti in questi anni per arrivare a questo meritato traguardo mettendosi alle spalle i quotati ballerini della Russia (Mikhail Kotsar e Olga Melnik al secondo posto), dell’Ucraina (Sergey Mostovoy e Olga Pospelova al terzo posto), dell’Inghilterra (Ian Sharpe e Victoria Lawrence al quarto posto), dell’Ucraina le due coppie giunte al quinto e al sesto (Mykola Khrabust e Olga Riznychenko, Vladimir Grin e Olga Grin). Un risultato a lungo sognato, tenacemente perseguito e preparato nei minimi particolari a passi di danza standard che comprende il valzer inglese e viennese, il tango, il quick step e lo slow fox, e a pochi giorni dalla finale disputata lo scorso 13 gennaio ai campionati italiani di Rimini della FIDS (Federazione Italiana Danza Sportiva) nella Classe A Special 35/45 anni.

Bravura tecnica e grande intesa della coppia artistica e nella vita che da dieci anni sono insieme in pista e costantemente ai vertici delle classifiche nazionali di danza. Simona Metta e Giuseppe Lionetti  si dedicano allo sport a tempo pieno: dagli allenamenti per la preparazione delle gare alla promozione della danza sportiva e anche del nuoto, mirando alla formazione socio-educativa e all’avviamento della pratica sportiva dai più giovani ai senior iscritti all’A.S.D. “Hollywood Dance”, la prima scuola di ballo a Canosa (ubicata in via Corsica 29/A) che per l’occasione si è addobbata a festa per accogliere i due campioni del mondo al rientro dalla trasferta vincente di Kiev. Dopo gli applausi, gli elogi e le congratulazioni dei parenti e soprattutto dei tantissimi amici, e aver trascorso qualche ora di relax per scaricare stanchezza e tensione accumulate nei giorni pre-gara hanno rilasciato la seguente intervista:

- Chi sono Simona Metta e Giuseppe Lionetti? Sono coloro che da oltre vent’anni dedicano la loro vita allo sport a 360 gradi.

- Due domande ricorrenti : situazione sentimentale e i rapporti con i social network? Siamo felicemente sposati da 5 anni e colleghi di lavoro da 10 anni. I nostri rapporti con i social network sono abbastanza discreti in quanto siamo molto devoti al nostro lavoro, impegnati 7 giorni su 7, ma nonostante tutto ci piace rimanere sempre informati sulle ultime novità.

- Titolo di studio e voglia di studiare… Siamo entrambi diplomati ragionieri, Simona si è laureata in scienze motorie nel 2002 mentre Giuseppe deve sostenere gli ultimi esami per conseguirla.

- Quanto i vostri genitori hanno influito sulle scelte nell’attività sportiva? Ben poco in quanto siamo sempre stati determinati nelle scelte riguardanti sia la danza sportiva, sia le altre discipline che tuttora insegniamo come ad esempio il nuoto.

- L’approccio al ballo, chi vi ha scoperto? Siamo saliti alla ribalta negli anni 2007-2008 grazie alla vittoria ottenuta nel programma televisivo “Uno Mattina in famiglia” trasmesso dalla RAI e ai nostri maestri Tina Albanese e Ciro Zaccaro, due professionisti pugliesi impeccabili che ci hanno seguito passo dopo passo fino al podio.

- Prima esibizione, primo maestro, prime trasferte: la nostra prima esibizione è avvenuta presso un gran gala della danza a Taranto, i nostri primi ed unici maestri sono quelli poc’anzi citati, la nostra prima trasferta importante è stata a Londra.

- Quante ore dedicate agli allenamenti : mediamente 2 ore al giorno poi ci dedichiamo alla crescita sportiva delle nostre coppie che alleniamo presso la nostra scuola di ballo “Hollywood Dance”.

– Cosa si prova a ballare certe volte “lontano” dalla propria città ? Ormai siamo abituati a ballare in tutto il mondo, ma quando siamo a casa c’è sempre un’emozione speciale e intensa.

- Le emozioni pre e post esibizione… L’emozione è grande sembra sia sempre la prima volta, poi passa tutto in fretta.

- La delusione cocente… Quando sentiamo di poter dare il massimo in gara e non ci riusciamo.

- Tra le coppie che avete incontrato in questi anni chi vi ha colpito di più? Indubbiamente i campioni del mondo Mirko Gozzoli e Alessia Betti, professionisti nelle danze standard.

- Com’è lo spogliatoio di una palestra di danza? Com’è l’ambiente dell’Holliwood Dance? I rapporti con le altre palestre…Il nostro spogliatoio è abbastanza unito e l’ambiente della Hollywood Dance è molto familiare ed accogliente. Il rapporto con gli altri da parte nostra è di rispetto reciproco, forse qualcuno nei nostri confronti è un po’ invidioso.

- Un commento sulle giurie, ci sono degli scandali a quanto si legge dai giornali… Purtroppo questo è un fenomeno dolente e nemmeno 24 ore potrebbero bastare per spiegarlo nei dettagli, comunque noi siamo convinti e certi che se una coppia vale non c’ è imbroglio che tenga prima o poi si arriva alla meta prefissata.

- E’ facile praticare la danza? E’uno sport costoso? Sì anche con bei risultati avvalorati dall’incremento di praticanti negli ultimi anni. Nella danza come nella vita bisogna sapere cosa si vuole fare, se il ballerino agonista amante della competizione o il ballerino amatoriale. Ovviamente nel primo caso c’è un dispendio maggiore di risorse in base alla classe di appartenenza al contrario a livelli amatoriali i costi sono molto contenuti ed accessibili a tutti.

- Qualcosa che mettete in pista e le altre coppie non hanno: Grinta, determinazione e tanta passione.

- Quali sono le coppie più forti in Italia, Europa e nel mondo? In Italia ci sono ottimi ballerini che gareggiano nelle varie categorie: ad esempio nella nostra categoria AS noi siamo tra le prime coppie d’Italia. In Europa e nel mondo i dominatori sono gli italiani ed i russi anche se qualche italiano balla sotto la bandiera di altre nazioni avendo insieme la ballerina straniera; dimostrando così scarso patriottismo .

- Un consiglio ai ragazzi/e che iniziano a ballare e a gareggiare …Crescere in maniera sana, interagire con gli altri restando lontano dalle tentazioni odierne dedicandosi al ballo, quale corretto stile di vita e valido strumento educativo.

- I ballerini restano atleti anche nel tempo libero, si concedono un po’ di relax anche nell’alimentazione e nei divertimenti notturni? Noi siamo atleti ballerini e saltuariamente ci concediamo qualche leccornia ma prestiamo sempre attenzione all’alimentazione.

- Facendo prevenzione, informando i giovani dei pericoli sull’abuso di alcol e quant’altro di stupefacente prima di mettersi alla guida, dopo aver trascorso delle ore in birreria, in discoteca, può dare un consiglio. Il nostro consiglio è quello di frequentare le palestre più assiduamente per praticare sport perché lo sport può essere anche un grande maestro di vita. Ne approfittiamo per invitare tutti dai grandi ai piccoli a provare la danza presso la nostra scuola. Il nostro motto è amare il ballo sinonimo di divertimento! Non c’è bisogno di abusare con gli alcolici per divertirsi ci pensiamo noi grazie al ballo.

 - La vostra colonna sonora preferita: Una canzone del maestro Astor Piazzolla intitolata “Libertango”

- Il brano cantato sotto la doccia? Il maestro di violino dell’indimenticabile Domenico Modugno.

- Il ballo preferito ad un party tra amici… La Rueda de Casino, una particolare versione della salsa cubana.

- Soddisfatti di quanto realizzato …Enormemente! Felicissimi e tanto emozionati per l’accoglienza calorosa ricevuta al rientro. E poi, quella scritta sulla saracinesca della scuola “Campioni del Mondo” e le note dell’inno di Mameli alla premiazione resteranno a lungo ben impresse e ci daranno la carica giusta per continuare a gareggiare e ad investire nella nostra scuola di danza. Ringraziamo la Redazione per averci ospitato e tutti coloro che ci seguono e sostengono nelle nostre attività e nella danza, il nostro grande amore.

[nggallery id=466]

Grazie e ancora complimenti per la meta raggiunta, salendo sul podio mondiale da vincitori.

Bartolo Carbone

Download PDF

NO COMMENTS

Leave a Reply