ITA di Andria e carenza docenti, “giallo” sulla protesta dei genitori: introvabile l’autore della mail

by -
0 4
Condividi su Facebook 4 Condividi su Twitter 0
Caldaia

Dalla Provincia giunge la seguente ricostruzione della vicenda: “In merito ad una mail di protesta sulla carenza di docenti presso l’Istituto Tecnico Agrario “Umberto I” di Andria, pubblicata in questi giorni da alcuni organi di stampa ed inoltrata per conoscenza alla Provincia di Barletta – Andria – Trani, il Settore Politiche del Lavoro, Formazione Professionale, Pubblica Istruzione e Ita della Provincia precisa quanto segue.

In seguito alla segnalazione pervenuta, il Dirigente del Settore, dott.ssa Caterina Navach, ha prontamente provveduto a rispondere alla mail, rivolgendo alla signora in questione le proprie scuse e spiegando come, in brevissimo tempo, si sarebbero concluse le selezioni per l’assunzione di nuovi docenti all’istituto.

A tale mail, tuttavia, non ha mai fatto seguito alcuna risposta né notifica di lettura.

Solo a quel punto, la stessa Dirigente Navach ha provveduto a contattare telefonicamente l’unica Angela Di Bari realmente risultata, in seguito ad accurate verifiche effettuate, genitore di uno studente dell’Istituto Tecnico Agrario “Umberto I”.

Durante tale conversazione, la vera signora Di Bari si è detta totalmente estranea alla vicenda, smentendo categoricamente di aver inviato alcuna mail di protesta alla Provincia ed agli organi di informazione e preannunciando altresì la propria volontà di procedere per vie legali in tempi rapidissimi nei confronti di chi possa aver impropriamente utilizzato le proprie generalità a mezzo posta elettronica.

Il Settore Politiche del Lavoro, Formazione Professionale, Pubblica Istruzione ed Ita della Provincia di Barletta – Andria – Trani ribadisce pertanto che la mail di segnalazione pervenuta agli organi di stampa e pubblicata in questi giorni non è in alcun modo attribuibile a nessun genitore di studenti che frequentino l’Istituto Tecnico Agrario “Umberto I” di Andria”.

 

 

Download PDF

NO COMMENTS

Leave a Reply